guarda che è normale mamma

Chi ha bisogno di dormire?

Quando sei piccolissimo puoi dormire quanto vuoi  e come vuoi. Hai il letto sempre con te. Che sia un passeggino o le braccia di mammà, niente è più facile di chiudere gli occhi e lasciarsi cullare dall’amico Morfeo.

Diventi un po’ più grande e inizi a sentirti importante se fai tardi la sera. Ok, al mattino ti senti un po’ assonnato, ma niente di troppo grave. Mandarti a letto diventa una lotta con i tuoi genitori. E di solito la vinci tu.

Diventi ancora un po’ più grande e sbrani i tuoi genitori se fanno rumore prima dell’una di domenica. La tua colazione diventa il loro pranzo. Dormiresti tutto il giorno e ti dirò, puoi anche farlo. Ciondoli dal letto al divano se proprio vuoi fare uno sforzo e via, il pigiama diventa il capo del momento.

Poi vai a vivere da solo. O con il tuo compagno/a. E se fate tardi dormite. Che cosa c’è di più facile? E non sentite neanche i postumi della sbornia della sera prima, quanto siete gggiovani.

Quindi fate un bambino. E, siamo tutti d’accordo, è bellissimo. Lì vi rendete conto che avreste dovuto dormire di più in tutti gli anni precedenti, ma vabbè, orami è fatta. E scoprite, con meraviglia, che non è che proprio non dormite più. Ok, un po’ avete avuto fortuna, è proprio bravo. Un po’ siete piene di energia che non si capisce  dove la trovate e alzarsi per le poppate notturne non è neanche così traumatico. Certo, al mattino non puoi più dormire fino alle dieci (neanche alle nove), ma non fai neanche più le tre così spesso. Insomma, niente di troppo grave.

Quindi ne fai anche un secondo. Hai un po’ paura, se già il primo è stato bravo per forza il secondo ti farà impazzire. #cosìdicono

E invece no, è bravo pure lui. Meglio del primo. Lo chiamate il Santo.

Il Santo per una una settimana ha fatto il matto. Si è svegliato alle cinque, alle tre, ha urlato, si è dimenato. Gli ho fatto il latte, l’ho coccolato, gli ho dato il ciuccio, lui ha fatto le finte e si è addormentato. Ma tempo dieci minuti si è sempre risvegliato. Ho provato quello che provano le mamme dei bimbi che non dormono. Che, va bene, nella vita bisogna provare tutto, ok. Però chiariamolo, io così non potevo andare avanti per molto. Ho pregato il Santo: fai la cortesia, dormi, fatti uscire tutti i denti che ti servono e beccati pure un po’ di Nurofen. Perchè per la domanda chi ha bisogno di dormire c’è una risposta facilissima. Io, tua mamma. Ed è stato allora che, arrivata alla settima notte, la preghiera è stata accolta: completamente senza energie e quindi avrei tanto voluto alzarmi ma no, è successa una cosa incredibile (presente quando senti piangere e sai di doverti alzare, di volerti alzare, ma proprio i piedi non ti rispondono? Ecco. è stato allora).

Lui piangeva. Io dicevo con il pensiero “Arrivo, giuro che arrivo”. Devo averlo pensato per troppo tempo. A un certo punto ha smesso. E io ero ancora sdraiata. Bene, signore e signori è finita così. Non mi sono alzata neanche la notte dopo. Ho guardato l’orologio, ha smesso dopo cinque minuti netti. La notte dopo tre. Ora siamo arrivati al punto che inizia, ci prova, ma smette subito. Del tipo “ok, ci ho provato, ma quella c’ha il culone pesante, tanto vale non affaticarmi urlando come una quaglia inseguita da un branco di lupi”.

Non so se avete il coraggio di provare. Dieci minuti nella notte, con una sorellina nella stessa stanza, possono sembrare tre ore. Ma se vi capita di essere troppo stanche, provate ad assecondarvi. Non alzatevi, non fatevi vedere. Chissà mai che non si riaddormenti pure il vostro. Il mio è Santo, me ne rendo conto. Ma pure i santi ci provano, a quanto pare. Ma le mamme dei Santi, come tutte le altre, han proprio bisogno di dormire. E pure loro, lo capissero!

PS: il post si riferisce a un bimbo di 11 mesi, che da poco più di uno ha capito che se urla la sua mamma arriva. Scene che manco fosse abbandonato in mezzo al deserto. Inutile provarci (secondo me) in caso di bimbi sotto gli otto mesi o con febbri in corso.

Il Santo, che come fai a volergli male? Però dormi, su.


 

Leave a Comment

Comments (2)

  1. Anche sui due anni non funziona. O almeno non ha funzionato con il mio MostroUrlante. O forse io non sono stata capace di.
    Comunque poi crescono, e adesso al sabato si punta la sveglia alle nove, e a volte la sveglia si spegne e si dorme belli sereni anche fino alle 10.
    Coraggio!!