guarda che è normale mamma tv

Una domenica

Ti alzi alle nove, fai colazione senza abbuffarti, ti guardi attorno cercando qualcosa da fare ma poi no, non fai niente fino a mezzogiorno, poi ti prende un raptus e pulisci tutto il frigo, lo svuoti, passi la spugna su tutte le mensole, rimetti tutto a posto e per tutto si intende due cose, perché sei stata via una settimana e dentro c’è poco e niente. Quindi mangi quel poco e niente, davanti alla tv, e scopri un programma decisamente trash o meglio coatto, tanto quanto piace a te. Per la successiva mezz’ora parli con accento romano, tuo marito intanto ti guarda storto. Quindi pensi che potresti fare un pisolino, ma poi no, dai, a dormire si perde tempo, magari leggi. Solo che poi leggendo ti viene sonno davvero e allora, visto che sei già a letto, quel pisolino lo devi proprio fare. Ti risvegli alle cinque, completamente intontita e ci scappa un giro per saldi, tanto per prendere aria. Quindi torni a casa con un paio di pantaloni in più e quaranta euro in meno e stappi una birretta. Allora ceni, di nuovo davanti alla tv, rigorosamente con cibi precotti e scopri un altro programma pazzesco, ma che gente c’è in giro? Meglio un film, di quelli un po’ leggeri, scontati e banali. Ma che fungono da cigliegina sulla torta per concludere una giornata così.

Benvenuti in una domenica senza figli. Altro che mare, la vera vacanza è stata oggi.

PS. Loro sono rimasti a far bagni in riviera, con la nonna e l’amica della nonna. Sì, mi mancano già ed è passato solo un giorno. Ma a ‘sto giro sono stanca, tanto stanca. Pure un po’ prosciugata. Direi che per altri cinque giorni sopravviveranno benissimo senza di me.

Leave a Comment

quattordici − 13 =

Comments (4)

  1. Si altro che mare, una settimana senza figli È la vera vacanza!
    (pero quando verrai a trovarmi in Salento i bimbi li devi portare. Li mettiamo tutti in un recinto e noi facciamo comunella)