guarda che è normale storie

Leave a message

L’anno scorso una ragazza saliva su un aereo per Londra. Stava per cambiare città, vita. Allacciò la cintura di sicurezza e prese tra le mani, come facciamo tutti, il solito giornale della compagnia, mezzo stropicciato. Dalle pagine cadde un bigliettino piegato. La ragazza lo raccolse e per un attimo indugiò prima di aprirlo. Che cosa ci avrebbe trovato scritto? Avrebbe potuto interpretarlo come un segno del cambiamento? Come un incoraggiamento per la sua nuova vita? Per un attimo lo sperò, aprendolo con emozione.

Era bianco. Non c’era scritto nulla.

La ragazza rimase delusa. Ma in fondo che cos’altro poteva aspettarsi? Che uno sconosciuto avesse lasciato un biglietto felice abbandonato lì per farglielo trovare? Ehi! Aspetta. Questa era una bellissima idea.

Il leaveamessage day nasce dall’idea di questa ragazza. La ragazza è Chiara di Machedavvero. Che l’anno scorso si è inventata la prima edizione di bigliettini felici abbandonati per il mondo.

Oggi è il #leaveamessage day 2012

Come si partecipa l’avete letto sopra.

Se volete saperne di più cliccate su Machedavvero, LeFunkyMamas, SemplicementePepeRosa e Trend&thecity. Ci sono i bigliettini da scaricare, le storie da leggere e c’è il sostegno alla fondazione Meyer per l’ospedale dei bambini di Firenze.

In una giornata così bianca e piena di neve diventa perfetto regalare qualche sorriso.

Leave a Comment

3 × 3 =