guarda che è normale guarda che pancia

La malinconia delle ultime volte

L’importante è ammettere, sapere, di non essere del tutto a posto.

Mi piglia così. Quando sono vicina a un cambiamento, che sia di status, di luogo, di vita, arriva un po’ di malinconia. E’ una malinconia bella, se proprio vogliamo dirlo, ma comunque malinconia. Anche un po’ tristezza, suvvia.

Mi capita a Capodanno, perché finisce l’anno. Mi capita l’ultimo giorno di vacanza, perché poi non vedrò più il mare (per un anno, che non è per sempre, ma in quel momento lo sembra). Mi capita quando consegno un progetto imporante, che evviva è finito, ma lascia anche un po’ il vuoto. Mi capita quando un amico parte per un luogo lontano, che chissà quando lo rivedo. Mi capita quando vado in un luogo lontano, perché non so se ci tornerò.

Mi capita oggi.

Perché credo sarà l’ultima domenica con la pancia. Mai dire mai, ma non credo avrò altre pance. Ed è strano.

Perché è l’ultima volta che siamo in tre (ok, cinque con i cani). Perché è la sua ultima domenica da figlia unica e la nostra da mono genitori. Perché siamo andati al parco e le/ci ho fatto le foto, per ricordare come eravamo oggi. Perché è l’ultima con questo equilibrio e poi sarà tutto da reinventare.

Andiamo incontro a qualcosa di bellissimo (ok, superato il momento del parto, ok.), una nuova famiglia, un nuovo bebè che sarà suo fratello/sorella. Non saremo più tre (cinque) ma quattro (sei). E al parco lei non giocherà più da sola, ma con lui/lei. E’ bello, sarà bello. Lo so. Lo spero. Ma.

Lei continua a dirmi che è piccola, ci tiene a precisarlo. E sì, lei è la mia piccola, ma è l’ultima volta che lei è la piccola di casa. Che mi si sdraia scomoda sulla pancia (lo so che non dovrebbe mettermi malinconia il suo peso schiacciante, ma va così), che la colora con i pastelli, che mi dà i colpi per vedere se è sveglio, che mi dice “chiudi la pancia” quando tiro su la maglietta, perchè il bimbo fa la nanna. Tra pochi giorni la vedrò grande.

Tra pochi giorni non avrò più la pancia che si muove, non avrò più la pancia che mi schiaccia i polmoni, che di notte mi fa male alla schiena, che non mi fa saltare, correre, giocare come vorrei. Quindi lo so che c’è il lato positivo. Ma è un cambiamento grande. E solo con malinconia riesco ad affrontarlo.

Ciao, pancia. Sarai benvenuto, o tu che arrivi. Ma oggi va così.

 

 

Leave a Comment

Comments (14)

  1. <3 ochemeraviglia di post 😀 mumble io non sono incinta. non ho gli ormoni al salto (no?) ma com'è che mi commuovi? sarà il caldo sìsì o la menopausa magari 😀 😀 😀 :*

  2. che bel post!
    Mi verrebbe da dirti “e pensa lo struggimento che avrai tra dieci anni, quando avrai quest’estate sottopelle e solo il profumo dei tigli ti farà piangere di struggimento”.
    Ma non lo farò, assolutamente.
    (un bacio alla tua pancia e uno più grosso, molto più grosso, alla tua bambina piccola)

  3. In bocca al lupo Silvia! Ti seguiremo nel tuo nuovo equilibrio che sara’ ancor piu’ meraviglioso, magari solo un po’ piu’ complicato!
    Un bacione malinconico e felice al tempo stesso!

  4. Mamma mia, quanto mi ritrovo in quello che scrivi! Penso sia un po’ genetico, ci sono persone “portate” per la malinconia e persone non. Io sono molto tra le prime e, in un modo o nell’altro, riesco quasi sempre a sentirmi in colpa. Invece e’ tanto bella la malinconia. Alle giuste dosi, chiaramente. Serve a farci ricordare che quello che abbiamo vissuto per noi ha un grande valore. Comunque non ti preoccupare, tanto tra pochi giorni non avrai mica più tempo per pensare a queste romanticherie 🙂
    Carlotta G.

  5. DA1 e DA2 hanno 15 mesi di differenza e noi non abbiamo fatto in tempo a vivere un po’ di sana malinconia. Beata te. Cmq in 4 senza cani è più bello, ma è na faticaccia. Forza Silvia, ma soprattutto Forza marito di Silvia. Ti sono vicino e sono solidale con te qualsiasi cosa accada.

    1. grazie. anche per la solidarietà maschile… ma qui quella che ha bisogno del tifo sono io!!! 😀

      ps: 15 mesi vuol dire che siete rimasti incinti a 6 mesi del primo??? coraggiosi. coraggiosissimi!!