guarda che è normale guarda che pancia mamma

Chiacchiere sul pancione

Sai, Patata, tra qualche giorno la mamma andrà in ospedale. Poi tu vieni a trovarmi con il papà e insieme andiamo a prendere tuo fratello/sorella”

pausa. testa che dice no.

No?

No, anca io veno. Con la mamma.

(e la mamma si chiede come farà a lasciarla tre giorni)

——–

No, asilo oggi no.

Ma Patata, ci vai da sempre, non hai mai pianto, perchè ora non ti piace più?

No, asilo no.

(e la mamma si chiede perché ora no, siamo a giugno, da settembre è sempre stato sì. E un sospetto le viene)

——-

Ma tu vuoi un fratello o una sorella?

Una totella.

E se è un fratello?

li voamo bene stesso (gli vogliamo bene lo stesso, frase ovviamente imparata a memoria,  non credo sappia cosa vuol dire, ma va bene ripetere)

——–

Patata, ma a te piace di più Ernesto, Filippo o Leone?

Eone.

Leone?

Uhm. No. Tigre.

——–

Patata, ma poi tu mi aiuti quando nasce il fratellino?

Muove decisa la testa in su e in giù. Felice. Sperem.

———-

Ma tu come vuoi chiamare tua sorella?

Ella (nome di un’amichetta)

E tuo fratello?

Ello (non fa una piega)

———

Patata chi c’è dentro la pancia?

Un bimbo

E cosa fa?

Domme. Anzi no. è veglio. Anca io ho bimbo.

No, tu hai l’ombelico.

No, ho bimbo. Guarda.

——-

GNO, BUAHA, AAAAAH, eccetera (ogni onomatopea da capriccio è ben accetta, con corpo a peso molle e crisi isterica)

…. (o l’abbraccio o la strangolo, delle due una. sente il cambiamento? sono i terribili due? è il caldo? ma che ne so, aiuto comunque)

——-

Un fratellosorella sta arrivando. E le giornate, quindi, passano così.

 

 

 

 

Leave a Comment

Comments (11)

  1. Semplicemente fantastiche!!! Anch’io non vedo l’ora! Di cosa bene non lo so…di tutto credo, anche dei capricci e della voglia di strangolarlo/a 🙂
    Come mi piacerebbe essere lì con voi a sentirvi chiacchierare, invece che qui in ufficio con la testa da tutt’altra parte…!
    Ieri ho fatto un acquisto su eBay (spero non incauto): il cuscinone-salsiccione per la gravidanza/allattamento in pula di farro bio. Sì, lo so che sono solo alla tredicesima ed è presto, ma a me il pancino sembra già sballonzolante quando dormo sul fianco, e un pochino fa male, e dicono che la pula di farro abbia poteri taumaturgici e allevi i dolori, soprattutto quelli delle coliche dei nanetti…non farà bene anche alla mia schiena? 😀
    Coraggio che la tua attesa è quasi terminata!!! Poi la Patata capirà tutrto quello che adesso non può capire, e le piacerà tantissimo avere un Ello/Ella! 🙂

  2. ….ma così mi fate piangere! la Patata gigante passerà dei giorni indimenticabili con il suo papà meraviglioso…e poi ci sono sempre le amiche, anzi l’amica del cuore :)…che in quei giorni sarà molto presente!scivoli, piscina, tartaruga e mille altre cose!tre giorni passeranno in fretta e poi tornerai a casa con il totello (please!) e via….si ricomincia!

  3. Ma sul serio Leone è tra i nomi “papabili”? e pure Ella?
    E Ernesto? ma lo sai che quando eravamo piccole noi (io piccola, te forse piccolissima) c’era Ernesto Sparalesto che era un cartone animato di Hanna e Barbera?!?!
    🙂

    La mia vicina di casa la bimba l’ha chiamata Mia (tanto per darti un elemento di entropia in più)

  4. 45 anni, tre figlie ormai grandi e ancora voglia di cucciolo…..Leggere i vostri commenti é stato un tuffo al cuore e nel passato.
    All’inizio é un pó dura, c’é un nuovo equilibrio familiare da ricostruire ma tempo qualche settimana e il nuovo camino inizia a seguire la strada maestra. Un solo consiglio: al ritorno dall’ospedale per qualche giorno coccolate e prestate piú attenzione ai bimbi “grandi” a discapito dei nuovo arrivati. Auguri!

  5. Appena sono rimasta incinta della mia 2a bimba, la grande ha iniziato a balbettare e la cosa è durata ben 4 mesi, con mia grande preoccupazione. Fino a quel momento aveva sempre avuto una chiacchiera “da adulta”, con tanto di verbi perfettamente coniugati. Poi è iniziata la sfida del pancione: io avevo la sorellina, lei invece “il fratellino”.
    Quando è arrivata a casa la piccola, ci sono stati due mesi da incubo, con scenate e capricci a non finire, su ogni minima cosa (alzarsi, mangiare, dormire, giocare…), ma per fortuna nessun attentato alla vita della nuova arrivata. Se la prendeva con me e mio marito.
    Solo adesso che sono passati 4 mesi incomincio a respirare…..

    1. quello che mi consola è che a un certo punto finisce. e quello che mi ripeto è che è meglio che manifestino rabbia piuttosto che se la tengano dentro. però, aiuto, che fatica. se hai trovato trucchi funzionanti condividili pure! 😉

  6. Sarà che sono arrivata al nono mese, sarà che è la prima, sarà che si chiama Viola ma la chiamo affettuosamente Patata….sarà che non vedo l’ora di vederla, sarà che il papà da metà gravidanza ha cominciato a dire “vabbè, poi ne facciamo un altro!” (ah ah, povero illuso!)…..ma a leggere questo tenerissimo dialogo mi sono commossa.
    Che meraviglia lo stato di MAMMA!