img_0494

cose belle tv

Ma la regina lo ha visto?

Sono seria. Sono alla nona puntata, ne manca solo una e da questa mattina penso solo al momento in cui il marito con in mano il suo telefono attaccato a un chrome cast (attaccato? questo dovrebbe dare l’idea di quanto ne capisco io di oggettini tecnologici super fighi) cliccherà play.

E in queste dieci serate, guardando Londra, il palazzo, la corona, i vestiti, i capelli, le abitudini, la nebbia, il cielo, i cavalli, i mariti, le sorelle, i primi ministri, padri, madri, nonne, castelli scozzesi e troni mi sono chiesta in continuazione

“Ma la regina lo ha visto?”

E cosa ha pensato, se lo ha visto? E se non lo ha visto, perché non lo ha visto? A palazzo ce l’hanno Netflix? Se io fossi regina e uscisse una serie su di me la guarderei. Ma io non sono regina, anzi sono anche povera, middle class che George mi guarda dalla staccionata dell’asilo e addita me. Chissà se la regina la tv la guarda. #Ciaopovery.

The Crown è una di quelle serie che mi mancherà un casino. D’altronde sono orfana di Downton Abbey, mai il vuoto verrà colmato. The Crown nasce anche da lì, è ovvio. Sapevano di andare sul sicuro con noi orfani. Ma poteva venire male. Poteva venire noiosa. Invece è un piccolo gioiello che ti fa cliccare su wikipedia alla fine di ogni puntata, scoprendo pezzi di storia inglese non poi così noti. Non avrei mai pensato di piangere per Churchill, per esempio.

Quindi niente, se qualcuno ha contatti con Buckingham Palace e vuole rispondere alla mia domanda, io sono qui. Per tutto il resto

God Save The Queen

PS. L’altra domanda è, ma quando muore la regina cambiano l’inno quindi?

Leave a Comment