i miei libri libri

Quando nasce un libro, anzi due

Un anno e mezzo fa, abbondante. «Ho un’idea, vorrei fare questo libro, mi dici a chi posso spedirlo, secondo te?» «A nessuno, te lo pubblico io, ce la fai per luglio?» «Ci provo, partorisco e caso mai finisco».

Sei mesi fa, abbondanti. «Guarda che è normale è andato bene. Vuoi pensare a un secondo?» «Signor editore, il secondo ce l’ho già in testa da quando ho fatto il primo. Procedo?» «Sì, mandamelo per fine febbraio».

Tre settimane fa, abbondanti. «Ci siamo, tra poco te lo mando da rileggere, poi andiamo in stampa».

Un paio di settimane fa, abbondanti. «Signor editore, sto finendo, vado nella città dei fiori e poi glielo mando, ok?» «Perfetto per noi».

Un paio di ore fa, abbondanti. «Ho riletto tutto, ho fatto le correzioni, avete creato un gioiello, i disegni sono meravigliosi e ve lo giuro, ho anche riso un po’. Credo sia un buon segno».

Un paio di ore fa, abbondanti. «Ottimo, lo abbiamo ricevuto, ora lo leggiamo e ti facciamo sapere».

Oggi ho consegnato due libri. Il primo verso mezzogiorno. E’ il seguito di Guarda che è normale, ho l’ansia da prestazione al massimo. I seguiti son sempre seguiti, fanno anche meno ridere, si sa. Ma mi ci sono messa dentro. Spero piacerà all’editore. Spero piacerà a voi. L’altro l’avevo finito con Lion appena nato sulle gambe. E’ passato tanto tempo non perché mi sono persa, ma perchè sarà tutto illustrato… Oggi ho fatto le ultime correzioni. Sarà un libro bellissimo. Non avete dodici anni quindi forse non vi piacerà. Ma a me sì, un sacco.

E’ stata una giornata piena. Assolutamente bella, perché se fai un libro è bellissimo. Se ne fai due neanche ci credi. Nello stesso giorno chiuderli tutti e due ha un che di paranormale (ma rientra anche nella categoria o tutto insieme o niente).

Vederli insieme mi ha anche mostrato che sono due libri simili. Due libri di domande, anche questa volta. Forse so scrivere solo per domande? Può essere. Ma in fondo son due pubblici diversi, se non lo dico non dovrebbe accorgersene nessuno.

Nel frattempo ho 72 pagine di fumetto da sceneggiare, una nuova idea tra le righe e un romanzo che vorrei scrivere ma per fortuna non so scrivere romanzi. Forse prima mi fermo un po’. Buon weekend. Buonanotte.

 

Leave a Comment

Comments (8)

  1. Si, magari prima fermati un po’… però io intanto corro a prenotare il libro che non vedo l’ora di leggerlo e anche se i 12 anni li ho passati da un pezzo e la mia piccola a solo 18 mesi quasi quasi mi vien voglia di leggere anche l’altro… Buon fine settimana anche a te e a presto…

  2. Complimenti Silvia!!!quando potremo finalmente trovarlo in libreria???io prendo di sicuro anche l’altro…tanto Davide arriverà ai 12anni no?nel frattempo lo legge la mamma!!

    1. se va come deve, credo maggio. tutti e due. (okkupiamo le librerie è il mio nuovo motto). ahahah. grazie cara, un bacio a davidino.